Registrati ora
Abbonamenti

Corsi online

28 novembre 2020

Fondo Perduto 2.0: sostegno ai settori danneggiati

Disponibile

Relatore: Mattia Gigliotti - Giuseppe Avanzato - Sandra Pennacini

Durata: 2 ore (2CFP)

banner 400x400 corsi online
A seguito delle nuove misure restrittive introdotte, da ultimo il DPCM 3.11.2020, in vigore dal 6.11.2020, che hanno comportato la sospensione o la limitazione dell’attività per gli operatori economici, il DL Ristori (DL 137/2020) ha reintrodotto il contributo a fondo perduto di cui all’art. 25 del Decreto Rilancio (Dl 34/2020), seppur in misura differenziata, quale forma di ristoro spettante ai soli predetti soggetti che subiranno ulteriori danni derivanti dalla seconda ondata della pandemia da Coronavirus.A pochi giorni dall’entrata in vigore, inoltre, il Decreto Ristori-bis (Dl 9 novembre 2020, n. 149) ha già previsto un ampliamento dei soggetti beneficiari, mediante una nuova individuazione dei codici ATECO per cui risultano sospese le attività. Dal 20 novembre 2020 aperto ufficialmente il canale per la presentazione delle Istanze del nuovo CFP riconosciuti in base al decreto Ristori e Ristori bis. Il beneficio consiste nell’erogazione di un contributo in misura variabile dal 100% al 400% a seconda dell’attività prevalente svolta dall’impresa. Per quanto riguarda i criteri di accesso, oltre a richiedere che la partita IVA sia attiva alla data del 25 ottobre 2020, rimane fermo il requisito del calo del fatturato che, per effetto di un rinvio normativo, dovrà sempre essere verificato con riferimento ai mesi di aprile 2019 e 2020. Per quanto riguarda le modalità di richiesta, coloro i quali non avessero presentato l’istanza per il contributo di cui al DL Rilancio, dovranno presentare nuova istanza secondo i tempi e le modalità che verranno definite con apposito Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate. Maggiori dubbi emergono in relazioni ai soggetti che già hanno presentato istanza per l’ottenimento del CFP di agosto, per i quali il nuovo contributo dovrebbe essere accreditato automaticamente. Come noto, tuttavia, a causa dell’insufficienza di fondi, molti soggetti sono ancora in attesa di ricevere le somme precedenti.

Programma:
  1. Requisiti soggettivi e oggetti del nuovo contributo a fondo perduto
    • Partita IVA attiva al 25 ottobre
    • Individuazione dei CODICI ATECO ammessi al beneficio
    • Nuovi soggetti individuarti con il dl Ristori bis
    • Esempi e casi pratici
  2. Cfp: perdite di fatturato e coefficienti, i nuovi calcoli
    • Confronto del fatturato del mese di aprile 2020
    • Misura variabile dal 100% al 400% in base ai codici ATECO ammessi
    • Aiuto extra del 30% per gli operatori con sede nei centri commerciali
    • Applicazione della percentuale variabile
    • Esempi e casi pratici
  3. La procedura per la richiesta del fondo perduto
    • Provvedimento dell’agenzia delle entrate: nuove modalità e termini
    • L’istanza telematica
    • Esempi di compilazione
    • Accredito diretto per i soggetti che hanno ricevuto il cfp previsto dall’art. 25 DL 34/2020
  4. Contributo a fondo perduto: ammessa la chance dell’autotutela
  5. I controlli e i profili sanzionatori

Compreso nel corso:
  • Slide del corso;
  • Mappa;
  • Foglio di calcolo - Meramente informativo, si declina da ogni responsabilità per errori di calcolo.

ATTENZIONE:
ODCEC: Accreditato fino al 31.12.2020
Tributaristi: Riconosciuto
 © Informati S.r.l. – Riproduzione Riservata
Corso - Fondo Perduto 2.0: sostegno ai settori danneggiati€ 80,00

(prezzi IVA esclusa)