Registrati ora
Abbonati

Economia & Società

3 giugno 2021

Vertice tecnico per consentire tavolate al ristorante

ristorante
Si riunirà a breve un vertice tecnico per discutere del limite di quattro persone a tavola nei ristoranti. Tale questione, è stata, nei giorni scorsi, oggetto di controversie tra maggioranza, regioni ed esecutivo. Inoltre, si dovrebbero definire, nel dettaglio, le indicazioni da seguire in zona bianca.

In merito alla questione dell’ampliamento del numero di quattro persone a tavola, il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, si mostra favorevole, in quanto ritiene la misura alquanto restrittiva e intravede nell’andamento della campagna vaccinale, la possibilità di eliminare il limite dei posti a sedere, nel mese di luglio.

La presidente dei senatori di Forza Italia, Anna Maria Bernini, esprime il proprio dissenso per tale misura, la quale rappresenta un’ulteriore difficoltà per la categoria dei ristoratori, già penalizzata, motivo per il quale si dice favorevole ad un’eliminazione immediata.

Nella stessa direzione, Roberto Occhiuto, capogruppo di Forza Italia alla camera dei deputati, il quale evidenzia l’eccezionale comportamento degli italiani nel seguire le regole, quali il rispetto del distanziamento sociale, l’utilizzo della mascherina ed il disinfettarsi le mani, oramai insite nella vita quotidiana. Inoltre, egli sottolinea il miglioramento della situazione epidemiologica, grazie all’andamento della campagna vaccinale e al calo di contagiati e pazienti ospedalizzati. Considerando tale scenario, risulta irragionevole limitare in zona bianca la libertà dei ristoratori, come proposto dal ministero della Salute. D’altra parte, nelle ultime ore, i ristoratori e le Regioni hanno avanzato diverse proteste, alle quali il ministro Gelmini ha risposto positivamente, incitando il governo a conferire fiducia agli italiani.

Infine, la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, esprime sui social la propria controversia in merito a tale misura, reputandola folle e dannosa per l’economia. Tra l’altro sottolinea la necessità di permettere alle attività ed alle aziende italiane di lavorare e produrre in tranquillità.
 © Informati S.r.l. – Riproduzione Riservata

Per inserire i vostri commenti dovete registrarvi.